La scelta

Vago tra le colonne multicolori dei DVD in offerta di una grande catena di elettronica. Guardo distrattamente molti titoli, noti e meno noti. Mi viene da sorridere quando scopro che su supporto digitale adesso è possibile trovare quei vecchi film italiani degli anni ’70, che in realtà non mi è capitato di vedere se non a spezzoni, ma che evidentemente … Continua a leggere

Millimetri

L’altro ieri parlavo con Silvia, le chiedevo qualche consiglio: -Dammi una mano, Lei domani arriverà qui. Passerà da me, ma non voglio continuare come al solito. Ormai è chiaro, anche nelle ultime telefonate che abbiamo avuto è evidente che Lei sta andando per la sua strada, e non le interessa minimamente tornare indietro, da me. Anche se sarebbe una storia … Continua a leggere

Il volo

Era dalla sera di capodanno che non vedevo più Enzo e sua moglie. Avevo provato a chiamarli almeno un paio di volte, proponendo loro una cena insieme o qualcosa di analogo, ma le telefonate si erano spente in modo ambiguo: ‘in questo periodo no, poi ti spiego’. Non ho indagato ulteriormente, mi sembrava di violare la loro riservatezza: sono curioso, … Continua a leggere

La prossima mossa

E’ finito il mese in cui era qui. E’ partita. In questi ultimi giorni non sono uscito con lei, anche se avrei voluto. Volevo cominciare a starle lontano. In fondo ho dato tutto quello che potevo, ma non sono riuscito a riavvicinarmi come avrei voluto, era proprio una ‘mission impossibile’. Però l’ultima sera ci tenevo a stare con Lei. Uscendo … Continua a leggere

Alla Luna

O grazïosa luna, io mi rammento Che, or volge l’anno, sovra questo colle Io venia pien d’angoscia a rimirarti: E tu pendevi allor su quella selva Siccome or fai, che tutta la rischiari. Ma nebuloso e tremulo dal pianto Che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci Il tuo volto apparia, che travagliosa Era mia vita: ed è, né cangia … Continua a leggere

Sopravvissuto

-E poi cosa è successo?- mi chiede Laura, la psicologa, dopo aver sentito il resoconto della lunga notte del ko. -Che non sono riuscito a dormire. La mattina dopo, in ufficio, assomigliavo più ad uno zombie che ad un essere umano. Però mi ha telefonato subito, voleva sapere come stavo. Abbiamo anche pranzato insieme, un panino consumato frettolosamente nel mio … Continua a leggere

Knock-out

E’ il terzo giorno che è qui. Ogni sera fa capolino alla mia porta, di solito nel tardo pomeriggio. Confesso che la ‘aspetto’, nel senso che spero nella sua visita. In effetti io non la chiamo mai, né la cerco, ovunque si possa trovare. Il numero del suo cellulare l’ho cancellato da tempo dalla memoria del mio telefonino, come se … Continua a leggere

Terzo round

E’ cominciato il mese che deve trascorrere qui. Lo scopro direttamente da Lei, perché nel pomeriggio ricevo una chiamata. Sul display del telefono appare il numero di una linea interna. -Pronto?- -Ciao- riconosco la sua voce perfettamente, e collego subito l’informazione con il numero che ho letto. -Ciao, ma sei qui?- -Si, sono arrivata oggi. Ti ho anche cercato a … Continua a leggere